homehomeASSOCIAZIONEASSEMBLEE E BILANCI RELAZIONE MISSIONE E BILANCIO 2019

RELAZIONE MISSIONE E BILANCIO 2019

RELAZIONE MORALE DEL PRESIDENTE ANNO 2019

Carissimi soci buongiorno. Abbiamo aspettato a lungo nella speranza di poterci incontrare per l'assemblea annuale, ma purtroppo per il problema Covid 19 questo è impossibile. Come impossibile è per noi organizzare un'assemblea in streaming quindi con il consiglio direttivo abbiamo deciso di inviarvi questa lettera con lo scopo, di farvi partecipi del lavoro svolto nello scorso anno, e di quelli che erano i progetto per questo 2020 che poi purtroppo in gran parte non si sono potuti attuare per la situazione che tutti conosciamo.

Il bilancio, con relativa relazione della commercialista Dott. Monica Conte e del revisore dei conti, Dott. Claudia Roma, lo potete trovare nel sito www.amicidelmadagascar.org chi volesse invio di copia cartaceo può richiederlo a: segreteria@amicidelmadagascar.org

Sarò ripetitiva ma purtroppo anche nel 2019 la tendenza al ribasso è continuata, e la nostra unica speranza per riuscire a contrastare questo trend, siete voi, come vi abbiamo già chiesto in altre occasioni, se credete nella bontà e bellezza di quello che facciamo, fatevi promotori verso amici, conoscenti, parenti, contagiateli con il vostro entusiasmo e invogliateli a seguirvi in questa strada di amore e condivisione con i più poveri e dimenticati, forse sarà una frase un po’ fuori moda, ma voglio ricordarvela ugualmente: "Quello che farete al più piccolo lo avrete fatto a ME"

Adottare un bambino a distanza costa ct.0,85 al giorno, 26 euro al mese, siamo consapevoli che i tempi sono diventati più difficili per tutti, ma crediamo anche che tante persone avrebbero la possibilità di donare 26 euro al mese, per favore aiutateci ad aiutare. Grazie a tutti fin d’ora per quello che farete. E se qualcuno di voi ha nuove idee per risolvere il problema, si faccia avanti, accettiamo ogni consiglio.

E faccio ancora un appello a tutti voi che ci aiutate con il SAD : se appena vi fosse possibile, rinnovate anche la quota associativa, sono 30 euro per noi molto importanti per coprire le spese di gestione del SAD perché noi inviamo in Madagascar  TUTTA la quota che voi donate e ancora di più, perché ormai, 0,85 ct. al giorno non bastano più nemmeno in Madagascar per mantenere un bambino. A inizio anno la suora responsabile del Centro ci invia un preventivo di massima per garantire scuola, abbigliamento, mensa e, se necessarie, cure mediche e sostegno alla famiglia dei bambini che lei ha in lista come SAD e poi c’è sempre l’aggiunta di qualche caso disperato per il quale è impossibile dire NO, conosciamo le situazioni e siamo consapevoli che per molti di loro la nostra risposta potrebbe significare “non riuscire a vivere” e quindi, per garantire quanto ci viene chiesto, non bastano le quote del SAD ma dobbiamo ogni anno trovare il modo di recuperare i soldi che mancano, ecco perché sono importanti i 30 euro della quota associativa e qualunque donazione grande o piccola che arriva, dobbiamo riuscire, insieme, a invertire questa tendenza che continua da un po’ di anni altrimenti molti bambini non potranno più accedere alla scuola perdendo, nell’immediato, la possibilità di avere un pasto al giorno, che per la maggior parte di loro è l’unico pasto della giornata, ma, cosa più importante, perderanno la possibilità di sperare in un futuro migliore, e questo ci addolora molto.

Rinnovo anche l’invito a donare il 5 X 1.000 è un dono che non costa nulla, basta una firma, ma è una firma che potrà dare un futuro a un numero maggiore di bambini.

E’ sempre vivo il  Progetto “Eleonora per vincere con la ormai nota gara “Elba Trail” arrivata alla sua 13a edizione, ma nel corso degli anni tante cose sono cambiate, e le entrare, pur restando una voce importante nel nostro bilancio, sono drasticamente diminuite. Sempre positiva invece l’iniziativa promossa dalla scuola alberghiera Martini di Montecatini Terme giunta alla sua 6a edizione, portata avanti con entusiasmo e ottimi risultati.

Anche il Calendario 2020 inviato come ogni anno a tutti i benefattori ha avuto un ritorno notevole, grazie a tutti per la vostra generosità. 

In tutto siamo riusciti a garantire:

1)scuola, mensa, fornitura scolastica e grembiulini, a 823 bambini.

2)Sostegno occasionale, economico e sanitario, dovuto a situazioni di particolare urgenza e gravità, alle famiglie dei bambini assistiti.

3)Assistenza sanitaria, compreso interventi operatori, apparecchi, scarpe ortopediche e terapie riabilitative a 100 bambini, con pagamento stipendio a tutto il personale del Centro: fisioterapiste, insegnati (c’è la scuola interna al Centro) calzolai e tecnici ortopedici (scarpe e apparecchi ortopedici vengono fabbricate direttamente al Centro) cuoche, personale per le pulizie e per lavanderia e guardaroba, guardiani e giardinieri, in totale 22 persone indispensabili per il buon funzionamento del Centro.

 

Un discorso a parte merita la CASA DELLA GIOIA che ospita attualmente 98 bambini in età dai   due ai 17 anni, tutti scolarizzati, dalla materna al liceo, tutte scuole private gestite da religiose. Ci sono 18 dipendenti, insegnati, cuoche, menagere, guardiani, autista, giardiniere ecc. e per la Casa della Gioia posso solo ripetere quanto già detto lo scorso anno: l’impegno sia morale che economico per portare avanti quest’opera è veramente GRANDE i bambini crescono e, crescendo aumentano le spese per alimentazione, scolarizzazione, sanità, ma anche per le attività integrative extra scuola, Per tutto questo più la manutenzione ordinaria e straordinaria della casa  nell’anno 2019 sono serviti complessivamente  € 95.162,00.

Con Monsignor Benjamin Ramaroson Continua il progetto “Sostegno per le famiglie in difficoltà” che comprende aiuti mirati per assistenza in caso di malattia, sostegno alimentare, e aiuto per la scolarizzazione dei figli per circa 40 nuclei familiari.

Abbiamo continuato il nostro aiuto ai missionari impegnati nella costruzione di piccole scuole di Brousse e a Padre Strapazzon, la costruzione del grande acquedotto che fornirà acqua potabile ed anche energia elettrica a tanti piccolo villaggi va avanti a rilento, servono tanti soldi e invece le donazioni scarseggiano.

Conclusioni

La conclusione può essere una sola, un ringraziamento grande a tutti voi che da tanti anni

ci sostenete dandoci la possibilità di aiutare tanti bambini e tante famiglie a VIVERE

e una preghiera: Continuate ad aiutarci, abbiamo bisogno di voi, del vostro aiuto,

nulla potremmo fare se ci mancasse il vostro supporto,

voi siete la nostra forza, voi siete La Vita per i nostri bambini.

GRAZIE

Xavier e Malala

I genitori morirono nell’arco di un anno quando i bambini avevano 4 e 3 anni. Furono i nonni paterni occuparsi di loro, fino a quando hanno potuto.


Inserisci i tuoi dati

Password persa? 

Ricorda Password:

NO

SI

Procedura Ripristino Password.

Inserisci l'email con la quale ti sei registrato e clicca Ripristina.
Riceverai un'email con un link che ti permetterà di scegliere una nuova password.