homeEVENTIIL RICAVATO DELLA VENDITA DEL CALENDARIO 2010 DEL FOTOGRAFO GIANNI BELLESIA

Il ricavato della vendita del calendario 2010 del fotografo Gianni Bellesia


L'8 febbraio 2010, presso il ristorante 'Scacciapensieri' di S. Benedetto Po, è stato consegnato il primo assegno di 3.000 euro netti, raccolti con le iniziative collegate al calendario 2010 del fotografo Gianni Bellesia da titolo: 'Da Dan a Bersabea, camminando nella terra e nel libro', realizzato con le immagini scattate dal fotografo mogliese durante il pellegrinaggio dei giovani della Pastorale diocesana dello scorso agosto in Terra Santa guidati dal Vescovo di Mantova Mons. Roberto Busti.
Il progetto era finalizzato alla raccolta fondi per l’assistenza ai bambini denutriti della missione di suor Noeline a Manakara in Madagascar di cui potete leggere nel link sottoriportato. Alla consegna dei soldi da parte del fotografo alla presidente dell’associazione onlus 'Amici del Madagascar', Graziella Piccinin, che da oltre vent’anni opera in quelle zone dell’Africa, hanno partecipato anche Alessio Caffini del Ristorante Scacciapensieri, con i genitori e Maria Grazia Zoboli.
Proprio per il progetto Madagascar questi ultimi, nel dicembre scorso, avevano organizzato una riuscita cena di beneficenza. La presidente dell’associazione accompagnata dal tesoriere Adriano Rinaldin, ha ringraziato tutti per l’impegno profuso nella raccolta fondi a favore del progetto umanitario, ha quindi spiegato nel dettaglio l’impiego che della somma verrà fatto, soprattutto alla luce dell’aggravarsi dello stato di salute di questi bambini denutriti presenti nella missione di Manakara.

Nel corso della serata il fotografo Bellesia ha annunciato anche la sua prossima partenza per la missione africana, dove porterà la seconda parte di soldi che spera di raccogliere con i proventi di altre iniziative che in questi giorni stanno nascendo.

Nella foto il momento della consegna della somma.

 

 
 

 

Faly e Sambatra

Il marito si era trovato un’altra donna e quindi la moglie incinta e picchiata ogni giorno decide di scappare. Abbiamo tenuto i bambini e curato la mamma fino a quando è stato necessario.


Inserisci i tuoi dati

Password persa? 

Ricorda Password:

NO

SI

Procedura Ripristino Password.

Inserisci l'email con la quale ti sei registrato e clicca Ripristina.
Riceverai un'email con un link che ti permetterà di scegliere una nuova password.