homeVIAGGIIL RACCONTO DI NICOLAS

Il racconto di Nicolas


Il racconto di Nicolas (12 anni) in viaggio con Graziella, papà, mamma e la sorellina Arianna (8 anni) per il Madagascar.

 

L’undici di giugno sono partito per il Madagascar con papà, mamma e Arianna. È stato un viaggio avventuroso iniziato dall’aeroporto di Linate. Il primo scalo lo abbiamo fatto a Parigi: per colpa di papà abbiamo perso l’aereo. Ci avanzava un po’ di tempo e siamo andati a visitare la torre Eiffel: sono salito fino in cima. Parigi mi è piaciuta molto ma il mio grande desiderio è quello di visitare Londra.

Ripreso l’aereo abbiamo fatto scalo alle isole Mauritius dove dopo una breve pausa abbiamo finalmente preso l’aereo per il Madagascar. Dopo tante ore di volo siamo atterrati ad Antananarivo, la capitale.

La prima cosa che mi ha colpito è stata la povertà: per le strade ho visto tanti bambini sporchi e con i vestiti strappati. In questo viaggio ho avuto la possibilità di conoscere realtà molto diverse da quella in cui vivo quotidianamente.

Un giorno sono andato a visitare la “casa della gioia”: è una grande casa dove vengono accolti tantissimi bambini in difficoltà. In loro compagnia ho trascorso una giornata al mare. Insieme a tutti questi bimbi c’era anche Eugene, il mio fratellino adottivo a distanza: è molto simpatico.

Alla casa della gioia vive una bambina di nome Jannette: parla molto bene l’italiano perché è già stata nel nostro paese per essere operata all’ orecchio. In questi giorni Jannette è ancora in Italia per essere operata nuovamente, siamo diventati grandi amici.

Il viaggio è stato ricco di emozioni, incontri ma anche molto avventuroso: un giorno abbiamo deciso di andare a visitare un centro per bambini disabili ad AndemaKa: viaggio memorabile.

Siamo partiti all’alba con papà alla guida della Jeep e ad un certo punto abbiamo visto in lontananza un ponte di legno e mi sono chiesto: “ ma io ci devo passare sopra?”. Risposta: “Si, purtroppo!” In mezzo al ponte c’erano dei grossi buchi e sotto scorreva un fiume ( ce lo hanno detto dopo essere passati) con i caimani…fortunatamente è andato tutto bene.

L’ultimo giorno, prima di tornare a casa, siamo andati a visitare una fattoria un po’ anomala la Coco Farm: c’erano caimani, baby coccodrilli, tartarughe, lucertole molto strane, falchi  ed infine i lemuri.

I lemuri sono animaletti molto simpatici, socievoli infatti ho potuto dargli da mangiare la banana: nel dargliela ho sentito le loro manine morbide e freddine sulle mie.

Con un pò di tristezza sono dovuto tornare a casa ma vorrei ritornarci presto per stare nuovamente insieme ai bambini e perché no anche con i lemuri.

Nicolas                                              

Xavier e Malala

I genitori morirono nell’arco di un anno quando i bambini avevano 4 e 3 anni. Furono i nonni paterni occuparsi di loro, fino a quando hanno potuto.


Inserisci i tuoi dati

Password persa? 

Ricorda Password:

NO

SI

Procedura Ripristino Password.

Inserisci l'email con la quale ti sei registrato e clicca Ripristina.
Riceverai un'email con un link che ti permetterà di scegliere una nuova password.